calderoli
Visto di fronte è senatore della Repubblica e vicepresidente di palazzo Madama da più di un lustro oramai. Preso di profilo Roberto Calderoli segnala invece una vocazione indiscutibile per il teatro che in politica è elemento essenziale del successo. E da attore di prim’ordine sceglie i palchi più difficili per esibire il suo talento.

“Se hai stoffa il comizio lo devi tenere ai bordi di una tavolata in cui c’è un traffico indiscriminato di costolette di maiale e di birra. La prova della tua capacità di oratore è costringere le forchette all’ozio, silenziare il tintinnìo di bicchieri”.

Come ci si comporta con le evasioni digestive, i subbugli di stomaco, le gastroenteriti da stress?

Devi semplicemente fare in modo che la tua gente smetta di mangiare e ti ascolti.

Bisogna però trovare colpi ad effetto, panzane stratosferiche, iperboli suggestive.

Alla Berghem Fest ho fatto un capolavoro. Una gag sui Casamonica di un’intensità e una vis comica che ha indotto la sala a seguirmi passo passo. È gente che non fa vacanze, anzi la sua vacanza sei te, e ha bisogno di capire attraverso esempi semplici, anche densi di ironia. Spiegare il fenomeno facendo sorridere.

Lei è una quercia di fronte a tanti arbusti. Ricordo quando disse che aveva fatto fuori 250 mila leggi in un colpo solo, e ne bruciò in pubblico alcune decine di migliaia.

Qui sbaglia. Le leggi, i regolamenti, i decreti luogotenenziali e le altre minutaglie fatte fuori da me sono 450mila. Sono servite edizioni speciali della Gazzetta Ufficiale per notificarne il decesso (da qualche parte dovrei averne copia).

Ero convinto che fosse una ciclopica cazzata.

Perché il mio modo di far politica, coniugare istinto e talento, saggezza popolare e mediazione ministeriale, induce a sottostimare la portata degli atti che a mio nome sono iscritti nella storia di questa Repubblica (bene o male, eh eh).

Anche la legge elettorale che su suo suggerimento viene comunemente definita come legge-porcata resterà nella storia. Ora i suoi 510 mila emendamenti alla riforma costituzionale rappresentano il fuoco creativo, la densità della sua ragion critica.

Me ne bastano 4 o 5 per fare un culo grande come una casa al premier Renzi. Leggi tutto