Dj Francesco faceva il deejay.

Ero un bimbetto e già la nonna mi diceva che avevo la forza di una bestia. Sono le idee che mi vengono a trovare, che mi scuotono, mi danno l’energia. Io che ci posso fare?

Il cantante, il musicista, il presentatore. Hai fatto anche il valletto. Hai fatto il produttore musicale, l’imprenditore musicale, l’imprenditore tout court. Ora dai consulenze ai politici.

Ora? Guarda che la mia Newco queste cose le fa da tempo. Sono stato il primo a lavorare per la profilazione su Internet del target identitario. Io ti trovo coloro che vogliono sentir dire le cose che tu dici.

Che bello: con te ogni strada è spianata.

Alt: qualcosa in zucca devi avere. Le idee, servono le idee. Perciò non basta avere la chitarra ma qualche accordo lo devi saper fare.

Idee belle o brutte, populiste o progressiste, vergognose o splendide.

Ciascuno ha il suo target, io faccio incontrare l’emittente col ricevente. Te lo trovo, te lo scovo, ti dico come è fatto e ti spiego che aspetta una tua parolina per aprirti la porta e farti entrare in casa.

Francesco Facchinetti, il figlio dei Pooh.

In famiglia siamo tutti creativi, è una storia che si tramanda. E io esploro nuovi territori. C’è anche la politica nel mio business. Clienti importanti e di diverso orientamento. Oramai nessuno che intende partecipare al grande gioco della contesa pubblica fa a meno di professionalità come la nostra.

Con dj Francesco si vince.

Il supporto di una struttura, al tempo di Internet, è indispensabile. Al mondo non siamo tanti in questo campo. Ci sono gli israeliani, qualche azienda americana, noi… diciamo cinque o sei.

Ho subito pensato a te quando Berlusconi ha immaginato il ministero della Terza Età. Quel diavolo di dj Francesco gli avrà proposto di fare il capo di villa Arzilla. Ormai solo i vecchi votano.

Io non propongo niente. Non decido la strategia, presento al cliente il profilo dei suoi elettori e gli dico: vuoi parlarci? Io sono qua.

E il Cavaliere ha iniziato a fare la corte su Facebook alla terza età. I pensionati online.

La piramide è capovolta, invece. Oggi è il nipote che devi conquistare se vuoi contattare il nonno. Tu devi arrivare al tredicenne, al quattordicenne. E vedrai che ti combinerà. Internet ha frantumato il sistema patriarcale. Non c’è il capofamiglia che sceglie e indica. Il percorso è opposto.

Ma i partiti non lo sanno.

Non ci sanno arrivare perché partono male. Se sei un partito non hai la reputazione giusta. Se vuoi sfondare non devi avere una sigla ma essere un volto, possibilmente apparire fuori dal circo equestre. Casaleggio è stato veramente un grande, un illuminato tessitore di strategia e un analista senza pari. Lui era un mago, aveva idee strepitose.

Casaleggio aveva arruolato anche dj Francesco?

L’ho conosciuto, che meraviglia, che testa enorme. Ho anche votato per i 5stelle, naturalmente.

Ha votato. Passato.

Non li voto più perché mi sono convinto che non abbiano interesse di andare al governo. Rifiutano l’esito naturale delle cose. Se non vai al governo io non ho più interesse a seguirti.

Dj Francesco è a suo modo un rivoluzionario.

Ti voto se cambi le cose, se cambi tutto.

Si nota che la politica ti piace proprio e ti sta prendendo.

Non ho ancora progetti di questo tipo. Non sento il fuoco che arde.

Ma sai usare Internet, hai l’amplificatore in mano.

Però devi abbinargli un minimo di contenuto. Tipo quello che fa Salvini con Facebook. Magari è un autodidatta, ma si muove bene. Interagisce a meraviglia, tra i politici è quello che usa meglio l’online e trae più frutti.

Hai anche Salvini tra i clienti?

Non mi va di elencarli. È un’attività di impresa.

Riesci in ogni dove.

No, invece fallisco spesso. Ma mi rialzo.

Cantavi una meraviglia, ugola d’oro.

Ma che dici? Ma mi hai ascoltato?

Forse ti mancava quel quid

Non era per me, sentivo di avere uno standing mediocre e allora ho cambiato mestiere.

Hai fatto tanti figli.

Ne ho quattro. E mi riempiono la vita. Ho cambiato stile, ho lasciato ogni vecchia abitudine, non dormo più di giorno ma seguo la regola naturale che col buio si sta a letto e col sole ci si sveglia. Mi danno una forza!

Vota e fai votare dj Francesco.

Per il momento dico no.

Per il momento.

Ti deve venire una cosa qui, in pancia. E poi, sbam!

Da: Il Fatto Quotidiano, 25 novembre 2017

Share Button

Comments are closed.