ANTONELLO CAPORALE
Chiedo un posto al sole/un cuore/dove gonfiarmi di vita/riprendere fiato disinibita.
«Scrivevo anche poesie, ho vinto parecchi premi».
Elisa Alloro è un po´ conduttrice, un po´ valletta, un po´ attrice e un po´ showgirl.
«Faccio anche pubblicità. E sono giornalista pubblicista».
Elisa, trentaduenne, molto bionda.
«Occhi verdi».
E´ stata a un passo dalla candidatura con il partito di Silvio Berlusconi.
«Se ne è parlato, sì».
Tutto è purtroppo svanito.
«Sono emiliana di Correggio. Lì tutto ha il colore rosso. E quando ho saputo di questa intenzione, oddio…».
Felice.
«Mi sarebbe piaciuto molto sedere alla Camera. Penso che avrei fatto anche bene».
Più vitalità, più freschezza, più tutto.
«Questa storia delle belle e insulse, delle belle e stupide, delle belle e…»
E quelle cose lì.
«Quelle cose».
Silvio Berlusconi ha chiaro cosa si fa. Lei conosce Berlusconi?
(Silenzio).
Le sembra impertinente la domanda?
«Ehm…».
Possiamo anche scrivere che non lo conosce.
«Mah!».
Vada per il boh.
«Fossi stata Berlusconi avrei detto: candidiamo Elisa Alloro. Puntiamo anche su di lei, vediamo cosa sa fare».
E vediamo!
«Mi hanno detto che non sono impegnata in progetti umanitari»
Non è vero.
«Tra l´altro dirigo e-quality, una rivista sul made in Italy, segmento lusso».
Ha pure animato Cicciociccio.
«Ancora Cicciociccio?».
Un Grande Fratello di internet.
«Abbiamo vissuto tre mesi in una casa aperta a chiunque volesse farci visita sul web. Bellissima esperienza».
Forse hanno sbagliato a non candidarla.
«L´avvocato Catagliotti dice che sarebbe stata una scelta vincente e vorrebbe mettermi alla prova in un comizio».
Dove opera l´avvocato Catagliotti?
«Ah, scusi. Qui a Correggio, Forza Italia. Sul giornale c´era una sua dichiarazione».
(da La Repubblica del 17 marzo 2008)

Share Button

2 thoughts on “Da Cicciociccio al Parlamento

  1. Ciao Antonello,bello il bloga presto(ho scoperto che cosa avevo quella volta)ti diròTommaso

  2. Nella colonna a destVa, manca “non voterò”.Carissimo Caporale, non sono indeciso, sono altresì decisissimo a non votare per nessuno.Come suggeriva Richard Pryor, in un film di qualche decennio fa, appunto:”nessuno di loro”.Auspico un 50% d’astensione e già a leggere quest’ultimo post… che dire, ma chi me lo fa fare?Perchè dovrei continuare a bruciare le mie capacità in uno stato del genere?Me ne vado in Spagna e da la vi voto Berlusconi*, che è quello che il pueblo italico si merita per 100000 anni.Hasta la vista, Luca.*Avrei potuto metterci Veltroni, Santanchè et compagnia, comunque…

Comments are closed.